Accesso ai servizi

COME FARE PER

CIE - CARTA DI IDENTITA' ELETTRONICA

Come Fare:

Carta d'identità elettronica

Caratteristiche del documento

La carta d'identità è il mezzo di identificazione di un individuo previsto dal Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.
Dal momento in cui il Comune ha avviato la nuova procedura di richiesta di CIE, l’emissione della carta d'identità in formato cartaceo è riservata solo a casi di reale e documentata urgenza segnalata dal richiedente per motivi di salute, viaggio, consultazione elettorale e partecipazione a concorsi o gare pubbliche.
Al momento, i cittadini iscritti all’Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero (AIRE) potranno ottenere solo il documento cartaceo.
Tutte le carte di identità cartacee rimarranno pienamente valide fino alla loro scadenza. La nuova Carta di identità elettronica è:

  • un documento di identificazione del cittadino che consente di comprovare in modo certo l’identità del titolare, tanto sul territorio nazionale, quanto all’estero;
  • un documento di viaggio in tutti i paesi appartenenti all'Unione Europea e in quelli con cui lo Stato italiano ha firmato specifici accordi;
  • uno strumento da utilizzare per richiedere una identità digitale sul sistema SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale);
  • un sistema per autenticarsi nei servizi telematici della pubblica amministrazioneIl documento ha la seguente validità:

  • Validità del documento
  • Il documento ha la seguente validità:

  • per i minori di età inferiore a tre anni – TRE anni di validità - dalla data del rilascio,
  • per i minori di età compresi tra i tre ed i diciotto anni – CINQUE anni di validità – dalla data del rilascio,
  • per i cittadini maggiorenni – DIECI anni di validità – dalla data del rilascio.

A far data dal 10.02.2012, in applicazione dell'art. 7 del D.L. 09.02.2012 n. 5 "Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo", la data di scadenza di tutte le carte di identità rilasciate ai cittadini sarà corrispondente al giorno e mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza che sarebbe altrimenti prevista per il documento medesimo.

Costo del documento

Il costo della CIE è stabilito in € 22,00, pagabile in contanti direttamente allo sportello, al momento dell’avvio della procedura di richiesta.  

Procedura di richiesta

 La novità più importante della CIE è la centralizzazione del processo di produzione e stampa del documento, che avviene a cura del Ministero dell'Interno - Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato che consegnerà il documento al cittadino entro sei giorni lavorativi dalla data della richiesta, attraverso la spedizione all'indirizzo indicato dal richiedente. Lo stesso può scegliere di farsi consegnare il documento d'identità anche presso l'ufficio Anagrafe del Comune

Chi può richiedere la CIE
.La CIE può essere richiesta da tutti coloro (cittadini italiani, comunitari e non) che risultano iscritti nell'Anagrafe della Popolazione Residente del Comune di CERVASCA o che, comunque, abbiano, in tale Comune, la loro dimora.

Per i cittadini residenti in altro Comune italiano la richiesta della CIE può avvenire solo per sopperire a necessità derivanti da gravi e comprovati motivi che non consentono di recarsi presso il proprio Comune di residenza (Circolare Ministero dell'Interno del 05/11/1999) e solo dopo aver ricevuto, da tale Comune, il relativo nulla osta.
Per richiedere la CIE a nome di un minore, questi deve essere accompagnato allo sportello comunale da chi ha la responsabilità genitoriale (genitori o tutore), muniti di valido documento di riconoscimento e, nel caso del tutore, anche della sentenza di nomina.



Quando si può richiedere la CIE

  • La nuova Carta di identità elettronica si può richiedere, esclusivamente per i seguenti motivi:
    1. primo rilascio;
    2. smarrimento o furto della carta d'identità in corso di validità, previa presentazione della relativa denuncia;
    3. deterioramento della carta d'identità in corso di validità, previa verifica del relativo stato da parte del personale di sportello;
    4. scadenza della carta d'identità (il rinnovo può essere effettuato a partire da 180 giorni prima della scadenza prevista

Si noti che il cambio di residenza non costituisce motivo di rilascio anticipato della carta d'identità; essendo la residenza un dato che non contribuisce all'identificazione della persona, la relativa variazione non altera la funzione del documento di riconoscimento (Circolare Ministero dell'Interno 31 dicembre 1992 n. 24).

Sarà pertanto necessario recarsi allo sportello muniti di:

  • vecchio documento di identità (la carta di identità scaduta o in scadenza deve essere obbligatoriamente consegnata allo sportello);
  • in alternativa la fotografia può anche essere contenuta in una chiavetta USB, in formato JPG, dimensione massima 500kb e 400dpi
  • la tessera sanitaria

  • Orari di apertura
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 12.30
  • il pomeriggio del lunedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00


Duplicato per furto, smarrimento o deterioramento


  •  In caso di furto o smarrimento occorre presentarsi allo sportello con la denuncia resa presso le competenti Autorità (Questura, Stazione dei Carabinieri) ed altro documento di riconoscimento. Nel caso non si abbia un altro documento identificativo, occorre presentarsi allo sportello accompagnati da due testimoni, muniti di documenti validi.   Inoltre, In caso di furto o smarrimento di una carta elettronica, il cittadino, oltre a sporgere regolare denuncia, presso le Forze di Polizia, deve effettuare il blocco della propria CIE, per inibirne l'utilizzo ai fini dell'accesso ai servizi in rete, contattando il servizio di help desk della CIE reperibile nei contatti al link http://www.cartaidentita.interno.gov.it/contatti/ .


  • Cittadini Non Comunitari

  • I cittadini non comunitari devono presentare anche l'originale del permesso di soggiorno valido o la copia del permesso di soggiorno scaduto con l'originale della ricevuta, attestante l'avvenuta richiesta di rinnovo presentata prima della scadenza del permesso di soggiorno o entro sessanta giorni dalla scadenza dello stesso.

  • Validità per l’espatrio

  • Al fine di ottenere il rilascio della Carta d’identità valida per l’espatrio, il richiedente deve sottoscrivere, presso lo sportello, una dichiarazione attestante l’assenza delle cause ostative al rilascio del passaporto, di cui all'art. 3 della Legge 21 novembre 1967 n. 1185. 

  • Cittadini stranieri I cittadini comunitari ed extracomunitari possono ottenere solo il documento di identità non valido per l’espatrio.

  • Acquisizione impronte digitali e verifica dei dati personali
  • Al termine dell'operazione di inserimento dei dati che, a partire da coloro che hanno compiuto 12 anni di età, prevede anche l'acquisizione del dato biometrico delle impronte digitali, l'operatore stamperà un modulo di riepilogo che verrà sottoposto all'attenzione del richiedente, per la verifica dei dati personali e per l'acquisizione della firma autografa.

    All'acquisizione della firma non si procede nei casi in cui l'intestatario della CIE non abbia compiuto il dodicesimo anno di età ed in tutti gli altri casi in cui vi sia l'impossibilità a sottoscrivere.

    È opportuno sottolineare l'importanza della fase della verifica dei dati, poiché la successiva scoperta di difformità dei dati anagrafici non permetterà la sostituzione della CIE emessa, bensì l'annullamento di questa con contestuale emissione, a pagamento, di una nuova CIE.


  • PIN/PUK

    Al termine della procedura, lo sportello rilascerà al cittadino la ricevuta della richiesta di emissione della CIE comprensiva del numero della pratica e della prima parte dei codici PIN/PUK associati ad essa. La seconda parte dei codici saranno contenuti nella busta di consegna della CIE. Si noti che tale ricevuta non costituisce in alcun modo documento di identificazione o riconoscimento.



  • AL MOMENTO DELLA RICHIESTA DELLA CIE E' POSSIBILE ESPRIMERSI SULLA VOLONTA' DI DONAZIONE ORGANI E TESSUTI.

    La procedura di emissione della nuova C.I.E. prevede anche la facoltà, per il cittadino maggiorenne, di indicare in modo esplicito il consenso o il diniego alla donazione di organi e/o tessuti in caso di morte.

    Tale volontà verrà inserita nel Sistema Informativo Trapianti (S.I.T.) e potrà essere successivamente modificata in qualsiasi momento, presso la ASL CN1 DIREZIONE DEL DISTRETTO DI CUNEO, o ad ogni rinnovo della carta d’identità elettronica stessa.

  • Dichiarazione Donazione Organi al Rilascio/Rinnovo della CIE

    Di cosa si tratta

    Di cosa si tratta

    Al momento del rilascio o rinnovo della propria Carta d'Identità Elettronica, ogni cittadino maggiorenne può manifestare il proprio consenso o diniego alla donazione di organi e tessuti attraverso una dichiarazione.
    La propria volontà di diventare donatore di organi può essere espressa anche attraverso altre modalità: 

    • con una dichiarazione, resa in carta libera o su moduli appositamente predisposti da enti pubblici e dalle associazioni dei donatori, da cui risultino, oltre alla volontà in ordine alla donazione degli organi e dei tessuti, i dati personali, la data e la firma;
    • con una dichiarazione resa presso le aziende sanitarie, le aziende ospedaliere o gli ambulatori dei medici di medicina generale;
    • con una dichiarazione resa presso i Centri Regionali per i Trapianti (CRT).



    Tutte le manifestazioni di volontà, in qualunque modo siano espresse, vengono raccolte in un'unica banca dati nazionale: il "Sistema Informativo dei Trapianti" (S.I.T.)
    Il SIT viene consultato per ciascun soggetto potenziale donatore che si trova in stato di accertamento di morte cerebrale dai Centri Regionali per i Trapianti in modalità continua - H 24.
    La consultazione del SIT non è, però, l’unico mezzo a disposizione dei sanitari per accertare la volontà del paziente in ordine alla donazione. Oltre alla verifica dell’esistenza di una dichiarazione di volontà registrata nel SIT, il sanitario procede alla verifica del possesso di una dichiarazione scritta (tesserino blu, donor card, ecc.) da parte del soggetto stesso o dell’esistenza di una volontà dichiarata presso i famigliari.
    Si rappresenta, infatti, che ai sensi di legge risulta valida l’ultima dichiarazione di volontà resa in ordine di tempo.

    Ulteriori informazioni sono disponibili sul seguente sito del Ministero della Salute.

     

     

    Come rendere la dichiarazione di volontà in Comune

    All'atto del rilascio o rinnovo della Carta d'Identità Elettronica, il cittadino maggiorenne che lo desidera può esprimere il consenso o diniego alla donazione degli organi mediante la sottoscrizione di una apposita dichiarazione.
    Tale dichiarazione deve essere resa in doppia copia in quanto una copia sarà conservata agli atti d'archivio (e verrà poi inviata al SIT a cura del Comune), un'altra sarà consegnata al dichiarante come ricevuta e non deve necessariamente accompagnare la carta d'identità.
    Occorre in tal caso ricordare che la carta d'identità ha una validità decennale e che può essere duplicata prima della scadenza solo in determinati casi quali: furto, smarrimento, deterioramento, cambio cittadinanza, cambio generalità.

    In qualunque momento il cittadino può, comunque, modificare la propria volontà precedentemente registrata nel SIT, recandosi presso la propria ASL di appartenenza, oppure le Aziende Ospedaliere o gli ambulatori dei medici di medicina generale o i Centri Generali per i Trapianti.
    Sarà sempre valida e consultabile nel SIT, da parte del Centro Regionale per i Trapianti, l'ultima volontà espressa dal cittadino.

     


Dove Rivolgersi:
Ufficio Anagrafe-Stato civile-Elettorale-Leva militare-Servizi Sociali (vedi dettaglio e orario di apertura)

Quando:
Il rinnovo può essere chiesto 180 giorni prima della scadenza.

Tempistica:

SEI GIORNI LAVORATIVI


Documenti allegati:
File pdfatto assenso per minori (23,16 KB)